come funzionano fondi interprofessionali

Come accedere ai Fondi Interprofessionali

Come si aderisce ad un fondo interprofessionale?

I fondi sono più di uno (per una lista di tutti i fondi interprofessionali clicca qui) ma il meccanismo di adesione è lo stesso per tutti.

Come prima cosa capiamo come funzionano in sintesi i fondi interprofessionali:

  1. Nella busta paga di ogni dipendente c’è una percentuale dello 0,30% che viene destinata alla formazione dei lavoratori (legge 388/2000 per approfondimenti sulla normativa dei fondi CLICCA QUI);
  2. Lo 0,30% di ogni dipendente confluisce all’INPS;
  3. Se una azienda comunica all’INPS di volere aderire ad uno specifico fondo interprofessionale, allora l’INPS trasferirà tali risorse al Fondo Interprofessionale indicato;
  4. Il Fondo Interprofessionale riceve i soldi dall’INPS e li mette a disposizione delle aziende per l’erogazione di azioni di Formazione Continua ai propri dipendenti.
come funzionano fondi interprofessionali
Flusso dei fondi: dal versamento dello 0,30% alla formazione aziendale

L’immagine esemplifica il flusso che parte dal versamento dello 0,30% e arriva all’erogazione della formazione aziendale (per approfondimenti normativi puoi leggere il nostro approfondimento).

In sintesi, per poter usufruire dei finanziamenti alla formazione, l’azienda deve aderire ad un fondo interprofessionale specifico.

 

Quali sono le azioni necessarie per aderire ad un Fondo Interprofessionale?

L’adesione ad un fondo è possibile solo attraverso una comunicazione specifica sulla piattaforma dell’INPS. Per questo motivo la pratica va effettuata dal consulente del lavoro o dal commercialista per conto dell’azienda.

Una volta entrato nella sezione dedicata del sito dell’INPS, il professionista comunicherà nella denuncia UNIEMENS (ex DM/10) o DMAG l’adesione al fondo immettendo lo specifico codice che contraddistingue quel fondo. Il codice va immesso nella sezione Posizione Contributiva, Denuncia Aziendale, Fondo Interprofessionale, Adesione e di seguito andrà indicato il numero di dipendenti (quadri, impiegati e operai) interessati dall’obbligo contributivo. Tale operazione di adesione può essere effettuata in qualsiasi mese dell’anno.

Di seguito riportiamo i codici di adesione ai Fondi Interprofessionali principali:

  • Fondimpresa: FIMA

 

 

Attenzione alla REVOCA del Fondo Interprofessionale precedente

Un aspetto cui prestare attenzione è quello di revocare l’adesione al fondo precedente, pena il rischio di non vedere completato il passaggio al nuovo fondo. Questo ovviamente nel caso l’azienda sia già aderente ad un fondo: poiché è possibile aderire ad un solo fondo per volta, ogni cambio necessita contestualmente di una revoca.

Come si fa la revoca di un Fondo Interprofessionale? Nella sezione del portale INPS relativa alla denuncia contributiva andrà indicato prima il codice “REVO” (revoca) e solo in seguito il codice di adesione al nuovo fondo.

Si precisa inoltre che il passaggio ad un altro fondo comporta la perdita delle risorse accantonate fino a quel momento, a meno che non venga fatta esplicita richiesta di portabilità.

 

Come scelgo un fondo?

Non esiste un fondo interprofessionale che va bene per tutte le aziende, tutto dipende dalle necessità.